Istruzione, lavoro, spostamenti pendolari
< < >-< I.Stat
Open all groups and itemsClose all groups and itemsSend link via emailPrintOpen in stand alone windowClose this window
Click to expand Sorgente
Click to collapse Sorgente
Click to expand Fonte(i) dei dati usata (e)
Click to collapse Fonte(i) dei dati usata (e)

Censimento della popolazione e delle abitazioni: Il censimento della popolazione e delle abitazioni rileva, per ciascun comune, la totalità delle persone dimoranti abitualmente e consente di conoscere la struttura demografica e sociale dell’Italia e dei suoi territori.
Il nuovo censimento permanente si basa sull’integrazione tra i dati di fonte amministrativa e quelli che vengono acquisiti attraverso le rilevazioni che ogni anno coinvolgono un campione rappresentativo di comuni e di famiglie.
Al fine di garantire una maggiore tempestività e frequenza dell’informazione prodotta, alla diffusione decennale nazionale ed europea, è stata affiancata la pubblicazione di un set ridotto di tavole a livello comunale su un sottoinsieme di variabili censuarie con cadenza annuale e rimodulabile nel tempo.
Le famiglie che ogni anno partecipano alle indagini campionarie ricevono in alcuni casi una lettera a firma del Presidente dell’Istat in cui sono riportate le credenziali per accedere al questionario elettronico e compilarlo in ogni sua parte, in altri vengono contattate da un rilevatore autorizzato dal comune per fare o programmare un’intervista.
I contenuti del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni sono stabiliti sulla base dei Regolamenti dell’Unione Europea, delle richieste degli utilizzatori del dato censuario e per garantire la continuità di alcune serie storiche. I temi della diffusione riguardano le principali variabili demografiche, la cittadinanza, la mobilità interna e internazionale, le famiglie, gli alloggi e altre informazioni di carattere socio economico.

Istruzione, lavoro, spostamenti pendolariFonte(i) dei dati usata (e)

Censimento della popolazione e delle abitazioni: Il censimento della popolazione e delle abitazioni rileva, per ciascun comune, la totalità delle persone dimoranti abitualmente e consente di conoscere la struttura demografica e sociale dell’Italia e dei suoi territori.
Il nuovo censimento permanente si basa sull’integrazione tra i dati di fonte amministrativa e quelli che vengono acquisiti attraverso le rilevazioni che ogni anno coinvolgono un campione rappresentativo di comuni e di famiglie.
Al fine di garantire una maggiore tempestività e frequenza dell’informazione prodotta, alla diffusione decennale nazionale ed europea, è stata affiancata la pubblicazione di un set ridotto di tavole a livello comunale su un sottoinsieme di variabili censuarie con cadenza annuale e rimodulabile nel tempo.
Le famiglie che ogni anno partecipano alle indagini campionarie ricevono in alcuni casi una lettera a firma del Presidente dell’Istat in cui sono riportate le credenziali per accedere al questionario elettronico e compilarlo in ogni sua parte, in altri vengono contattate da un rilevatore autorizzato dal comune per fare o programmare un’intervista.
I contenuti del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni sono stabiliti sulla base dei Regolamenti dell’Unione Europea, delle richieste degli utilizzatori del dato censuario e per garantire la continuità di alcune serie storiche. I temi della diffusione riguardano le principali variabili demografiche, la cittadinanza, la mobilità interna e internazionale, le famiglie, gli alloggi e altre informazioni di carattere socio economico.